monachesi_tonino

Creatività e composizione musicale attraverso l’improvvisazione.

Il laboratorio pone al centro il valore dell’improvvisazione vista sia come forma d’arte, che merita di essere coltivata per se stessa, sia come approccio propedeutico alla composizione.
La composizione inizia spesso con una forma di improvvisazione dopo la quale le idee, elaborate in modo sistematico, possono raggiungere o meno una forma strutturata. In questo percorso occorre trovare il coraggio di continuare un’idea che possa far progredire il discorso musicale o di abbandonarla, anche dopo un lungo percorso esplorativo, se si ha l’impressione di essere giunti in un vicolo cieco.
Utilizzare la lezione come laboratorio, con piccoli organici strumentali costituiti da un massimo cinque studenti, diviene fondamentale per capire gli aspetti salienti dell’esperienza musicale: il suono, la tecnica, le idee, il tempo. Si lavorerà con il suono cercando di trasformarlo in idee musicali; tali idee diventeranno tecniche artistiche strutturate in una forma nel tempo.
Tutto ciò può avvenire svincolando lo studente da un approccio tradizionale basato sull’esecuzione per lettura. In questi percorsi diviene indispensabile allargare il concetto di grammatica musicale procedendo spesso in direzioni non consuete o addirittura innovative.
Non vi sono competenze musicali specifiche richieste per partecipare al laboratorio che può essere frequentato da tutti gli studenti indipendentemente dal livello.
Attività proposte:
• Il paesaggio immaginario: costruire un paesaggio sonoro;
• Le dita ci ispirano: gli strumenti per qualità costruttive e tecniche esecutive possono ispirare idee musicali;
• Il mondo delle dodici battute: l’improvvisazione nel Blues;
• Per caso: viaggio nell’incredibile mondo dell’alea.
• Un deposito di melodie: l’improvvisazione nella forma canzone.

Tonino Monachesi:

self-taught person, he began to play the guitar when he was nine years old studying in depth the expression and the modern language. Mainly influenced by jazz he attended the seminary of harmony and technical improvisation hold by the pianist Ramberto Ciammarughi.
After taking up the study of flute under the direction of Mario Puerini, in 1999 he got a diploma at the conservatory “F. Morlacchi” in Perugia with brilliant results. In 2007 he got the didactics of music certificate with full marks at the conservatory “G.B. Pergolesi” of Fermo. He attended several courses of specialization and musical interpretation, in various Italian places as well as some seminars concerning the pedagogy and the musical didactic (A. Rebaudengo, A.Maria Freschi, A.Marie Davie…).
He did several exhibitions either as a soloist or with groups. He, recently, collaborated with the Jazz Marche Orchestra directed by M° Bruno Tommaso. As a guitar player he exhibited in reviews, festivals and some places around Marche and outside Marche ranging from to jazz to funk, from soul to rhythm and blues, from blues to rock always showing a great versatility and remarkable stylistic elegance.
At the moment his activity is completed by the teaching of modern, acoustic and electric guitar, in both schools “N. Vaccaj” and “N. Gabrielli in Tolentino. He also teaches at Loop music school in S. Biagio of Osimo.
Since 2003 he has been holding courses on musical education in primary schools as external collaborator.