Licio Cernetti

Diplomato in “Pianoforte Principale ( Laurea di I° Livello ) al  Conservatorio Statale di Musica “L. D’Annunzio” di Pescara sotto la guida del M° Gino Brandi.
Pianista e studioso della vita e delle opere di Ferenc Liszt, ha tenuto vari recitals come solista su repertorio classico e romantico, ottenendo diplomi e riconoscimenti in vari Concorsi Musicali Internazionali esibendosi in importanti Istituti Musicali quali la Sala Mozart dell’Accademia Filarmonica di Bologna, l’Istituto Liszt di Bologna , l’Istituto Frescobaldi di Perugia, l’Auditorium dell’Istituto L. da Victoria e l’Art Academy di Roma, la Riviera del Conero di Ancona, il Teatro Garibaldi di Arezzo, al Conservatoire Municipal de Courbevoie de Paris ed altri. Dal 1990 segue corsi di perfezionamento e Master Class con noti Maestri tra cui Gino Brandi, Lazar Berman , Leslie Howard, Valentina Berman, inoltre ha frequentato il Corso di perfezionamento di pianoforte con il M° Berman presso la prestigiosa Accademia di Musica di Firenze. E’ Direttore e Maestro della Coro Polifonico “Don Fernando Morresi” di Mogliano di cui è anche fondatore e dal 1996 affianca l’attività pianistica a quella di direzione d’orchestra, coro, concertatore e trascrittore, esibendosi anche in Teatri di varie località sia della regione Marche che fuori regione. Ha frequentato corsi di perfezionamento per Direttori di coro ad Ancona organizzati dalla Regione Marche e dall’Ambima dove nel 1999 è stato premiato per meriti artistici dal Vice Presidente nazionale Grad. Uff. D.Terzoni. Ha diretto e concertato più volte la “Messa di Gloria” in Fa maggiore per soli , coro e  orchestra sinfonica di P.MascagniI,( pubblicata e criticata dalla “ edizioni Curci” di Milano), la “Messe in G dur” D167 per soli, coro, orchestra e organo di Schubert, brani di Mozart, Bach, Pachelbel  Vivaldi ed altri per soli e orchestra da camera e anche brani di repertorio lirico ed orchestrale di vari autori tra cui Verdi, Liszt, Rossini ,Donizetti, etc. Di recente ha eseguito in qualità di pianista, organista e direttore, la “Via Crucis” di F.Liszt per 6 soli, coro, pianoforte o organo, uno dei rari capolavori delle opere sacre dell’autore presso la Santa Casa di Loreto  la Cattedrale S.Pio V di Grottammare . e l’Abbazia di S.Maria di Chiaravalle di Fiastra , pubblicati e criticati dai quotidiani “Resto del Carlino”, “Corriere Adriatico”, “Il Messaggero”, “Cronache Maceratesi” e edizioni Curci di Milano etc con riprese televisive  di Rai3 e di TV Tolentino.
Sua è la registrazione di dieci  CD di composizioni pianistiche di F.Liszt (Après une lecture du Dante e select Etudes d’execution trascendente, Annees de pelerinage  etc) alcuni dei quali sono stati  donati ai Musei Internazionali Lisztiani  di Weimar, Beyreuth, Budapest, Raiding l’ Istituto Liszt di Bologna. Sullo stesso autore scrive e pubblica un saggio dal titolo “Note interpretative su alcune opere pianistiche di Ferenc Liszt”, conservato presso l’Istituto Liszt di Bologna e nelle Biblioteche Nazionali di Firenze, Roma, Napoli (Sezione di Macerata), la Polo SBN comune di Roma e  il Conservatorio Statale di Musica “Santa Cecilia” di Roma.
Nel 2011 è stato premiato dalla presidente della Ferenc Liszt  Interrnational Society di Grottammare dove collabora con il concorso pianistico  Premio Liszt.  Attualmente  tiene la cattedra di pianoforte all’ Istituto Musicale “N. Vaccaj” di Tolentino.